Alfabetizzazione delle donne

 

Questo intervento nasce durante una serie di incontri, realizzati durante la missione del 2018, con i gruppi di donne dei quattro principali villaggi di Abango, che chiedono di imparare a leggere, scrivere e fare di conto.  La ferma richiesta delle donne, confermata dall’alto tasso di analfabetismo, specie femminile, ci hanno spinto ad agire, convinti che l’alfabetizzazione è condizione necessaria per lo sviluppo. Nel marzo 2018, in un lungo ma interessante incontro con le donne abbiamo concordato insieme nel dettaglio i contenuti del progetto e le modalità di esecuzione: in due piccole chiese, due volte alla settimana, sessanta donne, guidate da Miriam, giovane e appassionata maestra del posto da loro remunerata, imparano a leggere, scrivere (in inglese) e fare di conto. Questi incontri sono anche l'occasione per proporre periodiche conversazioni con le ostetriche del Centro di Salute di Obule che vengono per parlare di gravidanza, consultorio prenatale, pianificazione familiare, igiene, nutrizione e medicina preventiva. Il nostro contributo? Il materiale didattico e la cancelleria, ma soprattutto il continuo incoraggiamento. Il costo? Tre euro l’anno per ogni donna, equivalenti qui da noi a una birra o mezzo pacchetto di sigarette.

 


La storia

2018

 

Avvio del progetto

 

2019

Il progetto è ben avviato, con due centri situati presso le chiese locali dove si registrano, in ognuno, circa 70  donne giovani e meno giovani. 

L'interazione tra i due gruppi è frequente: danze, canti, commediole, tutti sul tema dell'alfabetizzazione come elemento di emancipazione della donna. Da ultimo la formazione di due squadre di calcio, estremamente combattive ed irruenti, che si incontrano/scontrano frequentemente tra loro, accettando anche sfide con le squadre femminili di altre località. Tutto questo vuole rappresentare un valore aggiunto all'alfabetizzazione, che insieme concorrono al difficile processo di liberazione/emancipazione della donna in un contesto ancora profondamente patriarcale.

 

 

2020

Con la pandemia del Covid-19 ed il lock down i nostri progetti nell'ambito dell'educazione formale e informale sono sospesi.